16 Ott Come l’Orgoglio può Distruggere il Futuro di un’Azienda

Spesso i titolari d’azienda hanno un atteggiamento spavaldo e orgoglioso.

Questo atteggiamento è perfetto per vendere i propri prodotti e servizi e per infondere fiducia ai propri dipendenti e partner. D’altro canto, può rivelarsi letale per l’azienda.

Essere troppo orgoglioso può farti sfuggire le mancanze e le lacune della tua azienda che potrebbero essere dannose per il futuro del tuo business.

Per questo abbiamo scritto questo articolo per elencarti alcuni modi in cui l’orgoglio può danneggiare o addirittura distruggere la tua impresa.

Non ti rendi conto che la tua idea non è così bella come pensavi

 

È difficile sapere dall’inizio se un’idea funzionerà o meno, per questo provarci non fa male (se sei pronto a correre qualche rischio).

È normale che tu voglia fare qualsiasi cosa per far funzionare il tuo progetto, soprattutto quando è già avviato.

Tuttavia è dannoso rimanere fissato con la tua idea anche quando è palese che non funziona.

Devi sapere che negli anni ’60 Ray Kroc (il fondatore di McDonald’s) creò l’Hula Burger, un burger creato per i cattolici americani che il venerdì non potevano mangiare la carne. Questo panino fu creato da Ray Kroc solo per contrastare il Filet-O-Fish creato da un Louis M. “Lou” Groen, franchisee di McDonald’s.

Solo più tardi McDonald’s si accorse che l’Hula Burger non era poi questa grande idea, infatti fu definitivamente eliminato per far spazio al Filet-O-Fish (ad ora ancora presente nel menu).

Quindi sii onesto con te stesso e il tuo team e non lasciare che il tuo orgoglio interferisca con il tuo lavoro e distrugga il futuro della tua azienda.

Hula Burger

 

Non ascolti altre persone oltre te stesso

 

Alcuni titolari d’azienda vivono in una bolla creata da se stessi e in cui nessuno può entrare.

Vuol dire che non vogliono ricevere consigli, non sono aperti ad altre idee e non hanno interesse nel discutere con altre persone delle varie questioni che sorgono in azienda.

L’orgoglio può portarti a non ascoltare i pensieri e i dubbi altrui che possono essere determinanti nella tua azienda.

Perciò il nostro consiglio è di avere sempre la menta aperta, di essere ricettivo e disponibile verso gli altri.

Avere l’abilità di interagire e comunicare in modo efficiente è una caratteristica vitale di una buona leadership.

Senza questa abilità non potrai capire cosa vogliono i tuoi dipendenti e non potrai risolvere i problemi dei tuoi clienti.

Un caso eclatante per questo motivo l’ha avuto la Pepsi quando ha lanciato la Crystal Pepsi, una cola trasparente che all’inizio ha suscitato grande interesse nei consumatori per poi perderlo poco tempo dopo il lancio.

Il motivo era il sapore nettamente diverso da quello della Pepsi originale.

Infatti, il capo del progetto David Novak non ha voluto ascoltare gli imbottigliatori che gli ripetevano che il sapore della Crystal Pepsi non era giusto.

Crystal Pepsi

 

Non ammetti gli errori

 

Le persone orgogliose hanno paura di commettere errori e tendono a giustificarsi più che possono.

Al contrario sono molto critiche verso gli errori e debolezze altrui.

Identificare i tuoi errori è, invece, la chiave per imparare a migliorare e per portare la tua azienda al successo.

Se l’azienda è tua, è tuo dovere capire quali errori hai commesso, come risolverli e come evitarli in futuro.

Se non lo fai tu che sei il titolare, chi altro può farlo?

 

In conclusione, non permettere all’orgoglio di farti osservare la realtà in modo offuscato e non veritiero.
Questo atteggiamento non fa bene né a te né alla tua azienda e porterà solo al fallimento.

Sii aperto a nuove idee, considerazioni e sii obiettivo riguardo la situazione della tua azienda.

 

Se sai che la tua azienda ha bisogno di vendite e di nuovi clienti, contattaci al numero 011 196 212 64 per richiedere un’analisi gratuita delle strategie di marketing che stai attuando e capire come migliorarle.

Se desiderate fissare un appuntamento GRATUITO e SENZA IMPEGNO chiamate al 011 19621264, o compilate il form.

Nome (richiesto)

Email (richiesta)

Telefono (richiesto)

Il tuo messaggio

Nessun commento

Scrivi un commento